• Laureato in Psicologia (Sapienza Università di Roma)

  • Specializzato in Psicoterapia (IGF Roma)

  • PhD (Dottore di ricerca) in Scienze Cognitive (Sapienza Università di Roma)

  • Perfezionato in Disturbi del Comportamento Alimentare (Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma)

Iscritto all’Ordine degli Psicologi (Regione Lazio, nr. 16539).

In ambito clinico si è formato all’approccio fenomenologico esistenziale  presso la sede romana dell’Istituto Gestalt Firenze. Ha partecipato a diversi workshop tenuti, tra gli altri, da Sandra Salomão, Graciela Andaluz, Anna Rita Ravenna, Macarena Diuana Tarud, Alexander Lommatzsch, Giovanni Paolo Quattrini, Oliviero Rossi, Alessandra Petrone. Ha effettuato diverse analisi personali e didattiche per oltre 500 ore, attraverso le quali ha approfondito anche l’orientamento cognitivo post-razionalista, oltre a quello fenomenologico esistenziale.

Esercita privatamente come psicologo e psicoterapeuta e riceve a Roma, Perugia e Cagliari. È docente presso corsi di formazione, master universitari e scuole di specializzazione post-universitarie.

È redattore delle riviste Nuove Arti Terapie e IN Psicologia, Psicoterapia, Psichiatria.

È membro dell’Istituto di Psicoterapia della Gestalt Espressiva.

 

I suoi ambiti di interesse riguardano:

disturbi dell’alimentazione e dell’immagine corporea

anoressia nervosa, anoressia nervosa atipica, bulimia, binge eating (disturbo da alimentazione incontrollata), disturbo da condotte di eliminazione, night eating syndrome, ortoressia, obesità, dismorfofobia, vigoressia.

disturbi d’ansia

ansia generalizzata, fobie, attacchi di panico, ipocondria, PTSD (disturbo post traumatico da stress), disturbo ossessivo-compulsivo.

disturbi dell’umore

depressione, depressione post-partum, disturbo bipolare.

orientamenti sessuali e identità di genere

omosessualità, bisessualità, transessualismo, transgenderismo, intersessualità.

relazioni, affettività e sessualità

disagi della famiglia e della coppia; disturbi del comportamento sessuale maschili e femminili; difficoltà genitoriali e conflitti familiari; disagi familiari legati alla presenza di patologie croniche e invalidanti o disabilità.

difficoltà in ambiente di lavoro

conflitti in ambito lavorativo, mobbing, burn-out, work-addiction.

 

Nel campo delle arti terapie si occupa, in particolare, dell’applicazione della poesia come mediatore artistico nella relazione d’aiuto.

 

Fa parte dell’equipe degli psicologi psicoterapeuti dell’Istituto San Giorgio – Centro per il trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare e Obesità (Soriano nel Cimino, VT).

Collabora, in qualità di psicologo e ricercatore, con il Servizio di Psicologia del Centro per la diagnosi e la terapia dell’obesità e della grave obesità presso l’Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini a Roma.

È socio della SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle Malattie Metaboliche).

È socio dell’ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica).

Aderisce alla Rete PASS – Psicologi Alimentari al servizio della salute, dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Da diversi anni si occupa di Disturbo da Alimentazione Incontrollata, Binge Eating, Bulimia e Obesità. È esperto di psicodiagnosi, valutazione psicologica di idoneità e trattamento psicoterapeutico pre/post intervento di pazienti candidati alla chirurgia bariatrica. Su questi temi svolge attività di ricerca e ha presentato diversi lavori presso i più importanti convegni nazionali.

Per lungo tempo impegnato nell’associazionismo e nel volontariato, è stato vicepresidente dell’associazione “Gli Argonauti”, attiva nel campo dell’autismo e dei disturbi dello sviluppo, e presidente della Consulta sociosanitaria del XII municipio di Roma (attuale IX) per 8 anni. Attualmente partecipa ad alcuni progetti di integrazione ed inclusione di pazienti psichiatrici con la Cooperativa romana Panta Rei.

La Ricerca

Nell’ambito della ricerca sperimentale si è formato in psicologia cognitiva con Marta Olivetti Belardinelli e con Stefano Federici. I suoi principali ambiti di interesse riguardano le rappresentazioni mentali e gli atteggiamenti impliciti nei confronti della diversità in generale e della disabilità in particolare, i risvolti psicologici del rapporto uomo – tecnologia, con riferimento alla relazione tra utenti disabili e tecnologie assistive, la valutazione del funzionamento e della disabilità.

La sua tesi di dottorato: “Fattori cognitivi e contestuali alle origini dei modelli di disabilità” ha vinto il premio bandito dall’Università “La Sapienza” per la migliore tesi di dottorato sull’argomento. Nell’ambito degli studi sulla disabilità, si occupa da oltre 10 anni di sessualità nella disabilità; su questo tema ha coordinato un progetto di ricerca e di formazione di operatori finanziato dalla Regione Umbria (2010) e ha condotto diverse maratone esperienziali. Si occupa anche di questioni relative alle identità e agli orientamenti sessuali e delle problematiche connesse ai disturbi alimentari e dell’immagine corporea.